Zoom: il successo post-pandemia.

Di: Adriana Giunto
4 mesi fa

Zoom: il successo post-pandemia.

Zoom viene fondato nel 2011 da Eric Yuan, vicepresidente dell’ingegneria presso Cisco per lo sviluppo di software di collaborazione, viene rilasciato ufficialmente nel 2013 riscontrando da subito un consistente numero di partecipanti. È all'inizio del 2020 perΓ², che l'utilizzo di Zoom aumenta in maniera esponenziale, soprattutto a causa della pandemia di coronavirus che porta moltissime scuole e aziende ad appoggiarsi alla piattaforma per il lavoro e lo studio a distanza. Attualmente Γ¨, senza alcun dubbio, tra le app di videoconferenza preferite e maggiormente utilizzate nel mondo. Facile da usare ma estremamente competitiva, apporta spesso miglioramenti in particolar modo per quanto riguarda l’area privacy e sicurezza. Sono disponibili sia la versione gratuita di base, limitata a 40 minuti e 100 partecipanti per riunione, che quelle a pagamento: la versione Pro, la Business e la Enterprise che permettono riunioni senza particolari limiti di durata e un maggiore numero di partecipanti contemporaneamente, oltre a possedere funzionalitΓ  esclusive. Escludendo Skype, che viene utilizzato principalmente per chiamate private e personali, i principali competitors della piattaforma sono sicuramente Google Meet e Microsoft Teams.

πΊπ‘œπ‘œπ‘”π‘™π‘’ 𝑀𝑒𝑒𝑑

L’app conta circa due milioni di utenti su base giornaliera e puΓ² ospitare fino 250 partecipanti contemporaneamente a riunione, ma soprattutto Γ¨ completamente gratuita. Le riunioni sono limitate a 60 minuti, ma vi Γ¨ la possibilitΓ  di registrarle e salvarle su Google Drive e seguirle in un secondo momento. Per restare al passo con i suoi avversari ha aggiunto nuove funzionalitΓ : si possono accendere o spegnere videocamera e microfono ancor prima di entrare nella chiamata, inviare messaggi in chat, ecc. Inoltre, data la complessitΓ  dei suoi codici, non vi Γ¨ un alto rischio di attacchi informatici, Γ¨ affidabile e basato sui migliori sistemi di sicurezza.

π‘€π‘–π‘π‘Ÿπ‘œπ‘ π‘œπ‘“π‘‘ π‘‡π‘’π‘Žπ‘šπ‘ 

La piattaforma sta guadagnando slancio negli ultimi tempi, nonostante non abbia ancora lo stesso successo delle sopracitate, grazie alle sue peculiaritΓ : combina funzionalitΓ  VoIP aziendali, collaborazione e videoconferenza. I suoi utenti possono chattare, videochiamare, condividere e collaborare su Office Documents fino a 250 membri contemporaneamente. Anche Microsoft Teams, oltre alla versione gratuita, ha due versioni a pagamento: Microsoft 365 Business Basic e Standard che sbloccano funzionalitΓ  esclusive ad un prezzo inferiore rispetto a Zoom Meeting.

Tutte le versioni forniscono fondi personalizzati, danno la possibilitΓ  di condividere lo schermo e permettono di pianificare e registrare le riunioni.

Condividi l'articolo: